Home Registro
24 Novembre 2023

25 novembre, l’impegno della UIL contro l’indifferenza

La lotta contro la violenza sulle donne è un impegno che coinvolge organizzazioni, comunità e singoli individui in tutto il mondo. In questa battaglia per promuovere consapevolezza e sensibilizzazione, la UIL ha predisposto una serie di grafiche per la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne. Contro il femminicidio bisogna agire. E’ un imperativo e […]

11 Settembre 2023

L’emozione del primo giorno di scuola

Qualche giorno fa rovistando tra una pila di scartafacci mi è capitato tra le mani un mio articolo di qualche anno fa nel quale facevo delle riflessioni sull’avvio dell’anno scolastico. Era una riflessione generale, più intima che pubblica, per quelli come me che hanno avuto a che fare con la scuola sotto varie vesti. Da […]

18 Luglio 2023

Passione a ostacoli: intervista a una precaria della scuola

“Avevo un posto di lavoro sicuro, pieno di certezze ma non ero felice. L’ho lasciato e sono diventata un’insegnante e il viaggio che ho intrapreso è fantastico. Sono precaria, piena di dubbi e ostacoli, ma le emozioni che sto vivendo sono uniche”. Federica Masi ha 43 anni e quest’anno ha festeggiato il suo primo incarico […]

12 Aprile 2023

Personale Ata: non chiamateci antitecnologici

Nella percezione comune, il personale Ata non necessita di buone competenze informatiche per la realizzazione dei compiti ad esso affidati. Questo nonostante il contratto collettivo nazionale di lavoro preveda la possibilità di realizzazione del lavoro, per alcuni profili, anche mediante strumentazione tecnologica. Nel loro lavoro quotidiano, gli assistenti amministrativi devono affrontare molte incombenze: ricordiamo la […]

7 Marzo 2023

Cos’è l’istruzione se non ci sono gli insegnanti

Aloyo Stella Oryang è un’insegnante rifugiata in Uganda. Riportiamo la traduzione in italiano e il video integrale del suo intervento nel corso della Conferenza mondiale promossa dalle Nazioni Unite nell’ambito del progetto Education cannot wait, il 16 febbraio scorso, al termine del quale ha ricevuto una lunga standing ovation. “Essere insegnante è la cosa più […]

20 Gennaio 2023

PAROLE / La bellezza del linguaggio è quasi sempre possibile

La parola comunica il pensiero, il tono le emozioni, diceva Ezra Pound. La parola non è quindi un atto solo meccanico. Lo sa perfettamente l’insegnante, che ogni giorno ha il difficile compito  della comunicazione “totale”. Quando parla agli studenti sta attento non solo a “cosa” dice, ma anche al “come” lo dice, curando la forma, la costruzione della parola, l’intonazione, la mimica facciale, i gesti, la distanza fisica, a seconda se ha di fronte bambini o adolescenti, tenendo quindi ben presente il contesto comunicativo in cui si trova. 

17 Gennaio 2023

ALBERTO MANZI / Imparare a imparare

A 25 anni dalla sua scomparsa ( il 4 dicembre 1997) è ancora oggi  viva e presente la figura di Alberto Manzi, per noi il Maestro dell’Italia nel mondo,  così lo abbiamo definito cinque  anni fa, nel   nostro convegno al liceo Caetani di Roma, dedicandogli,  insieme ai ragazzi dell’Istituto e sua figlia Giulia, un grande tributo di affetto e di riconoscenza per quanto ha dato alla storia della scuola italiana e alle nostre comunità nel mondo.

15 Gennaio 2023

Il passo nuovo del Congresso

Il Congresso 2022 di Roma è stato una porta aperta al confronto interno e al mondo esterno.Parole, riflessioni e esperienze, finalmente in presenza, guardando le espressioni e ascoltando la voce dei protagonisti: quelle di chi ogni giorno offre il meglio nelle nostre città e quelle di due grandi personalità – il Prof. Nuccio Ordine e […]

10 Gennaio 2023

SOSTEGNO / Gli allievi della speranza

La nostra scuola ha iniziato l’inserimento negli Anni ’70 (superamento delle scuole speciali) per poi passare negli Anni Ottanta all’integrazione (Commissione Falcucci: “non esistono bambini non educabili”) e arrivare all’inclusione degli Anni Novanta (Legge 104/92); da questa legge in poi la normativa italiana è stata considerata la più avanzata d’Europa.

5 Gennaio 2023

Non chiamatela ora di ginnastica

Arricchire le ore (curricolari) della scuola primaria di due ore di educazione motoria: da un’intenzione studiata male, nasce un errore realizzato peggio. L’errore genera altro errore, mi spiego meglio.Il Ministero vuole utilizzare per l’insegnamento della materia i docenti di educazione fisica della scuola secondaria. Una idea che parte da una base di scarsa conoscenza del […]